Passeggiare con i cani al Nevegal
Italia,  Veneto,  Week End

Passeggiare con i cani al Nevegal

Oggi vi voglio parlare di una delle passeggiate che spesso facevo durante le festività natalizie da bambina. Lo scorso anno ho voluto invece provare il sentiero in autunno, quando ancora non c’è la neve a coprire il tracciato. Per passeggiare con i cani il posto è ideale e ne sono stata entusiasta!

Pronti? Partenza…via!

Se te lo stai chiedendo i nostri sono tre Cane Lupo Cecoslovacco. Sono tutte e tre femmine e si chiamano Farlas, Samhain e Jägerin, la più giovane. Se te la sei persa leggi qui la loro presentazione! Sono cani un po’ ribelli e “Rock&Roll” che a noi regalano davvero tante emozioni! Loro sono le nostre principali compagne di viaggio!

Cane Lupo Cecoslovacco nell'Alpe del Nevegal a Belluno in Ottobre, passeggiata a sei zampe in compagnia dei "lupi"
Da sx: Jägerin, Samhain e Farlas all’inizio della nostra passeggiata sull’Alpe del Nevegal verso il Rifugio Bristot!

Come spesso accade nei week end di “scarico” dopo una settimana intensa di lavoro Luca ed io ci siamo ritirati tra le montagne in solitudine. Quel sabato, nello specifico, Luca è arrivato da me a Venezia la mattina presto. Abbiamo caricato la comitiva nel mio fedele Land Rover e siamo partiti alla volta di Belluno.

Avevamo come unico obiettivo quello di rilassarci, respirare un po’ di aria sana e passeggiare con i cani!

Sono tre CLC giovani che amano correre e giocare tra loro! Hanno un sacco di adrenalina ed i prati di montagna, come quelli dell’Alpe del Nevegal, sono una meta davvero perfetta per noi.

Visitare l’Alpe del Nevegal

L’Alpe del Nevegal si trova in Veneto, in provincia di Belluno. Cliccando qui potrai accedere al sito web ufficiale ove puoi trovare nello specifico sentieri, eventi e tutti i rifugi!

Meta ottima per amanti di mountain bike in estate, per sciare serenamente in piste sempre curate in inverno e ottimo posto dove fare belle escursioni in ogni momento dell’anno!

Per chi abita a breve distanza la consiglio specialmente per i weekend: è il giusto compromesso per staccare dal solito tran tran senza dover percorrere molti chilometri per raggiungerla in auto. Non vi preoccupate, ci sono delle ampie aree adibite a parcheggio!

Il nostro percorso

Sentiero dell'Alpe del Nevegal

Avevamo pianificato di passeggiare serenamente lungo il sentiero lastricato che porta, partendo dalla Casera, al Rifugio Bristot.

La passaggiata, tutta chiaramente in salita, è di facile percorrenza ed occupa circa un’ora e mezza. Durante la mattinata tuttavia noi ci siamo concessi diverso tempo di relax distesi nel prato. La giornata di sole che ci stava regalando quel sabato di ottobre era davvero invitante! Inoltre mi sono soffermata diverse volte ad ammirare il panorama poiché lungo un tratto la vista del Lago di Santa Croce baciato dal sole è davvero mozzafiato.

Le nostre piccole erano serene e curiose di annusare tutti gli odori del posto, ove ci sono malghe e allevamenti.

Un pranzo di montagna!

Abbiamo pranzato presso il Rifugio Bristot che acconsente l’ingresso ai cani.

Propongono un menù del giorno con portate tipiche locali davvero molto buone. I dolci, ovviamente fatti in casa, sono tremendamente invitanti e Luca ha faticato moltissimo a non chiedere di poterli assaggiare tutti.

La visuale attorno al rifugio è fantastica. Usciti dal locale dopo pranzo, c’erano molte persone che munite di sedie-sdraio prendevano il sole nonostante fosse ormai ottobre.

“Ma tre cani per due persone non sono un po’ troppi?”

Ricordiamo ancora divertiti la simpatica signora che, accompagnandoci al tavolo, era piuttosto perplessa riguardo ai nostri cani dalle marcate parvenze lupine.

Anche se non sono sicura al 100% l’avesse posta in modo molto amichevole, è stata davvero una domanda che noi abbiamo trovato divertente. La povera signora era totalmente ignara del fatto che quei tre cani rappresentassero la metà del nostro branco!

Il rientro: tirare le somme della giornata

Obiettivo raggiunto! Abbiamo passato tutta la giornata a passeggiare con i cani!

Le tre sorelle alla fine della giornata erano davvero esauste. Muniti di longhina (un guinzaglio lungo 10 metri) le abbiamo lasciate “libere” di giocare sui prati in tutta sicurezza.

Ci sono molti cani che frequentano la zona perciò è opportuno avere la situazione sotto controllo mediante guinzaglio oppure longhina.

Eravamo tutti stanchi ma avvero molto felici! Speriamo di tornarci quest’estate e perché no, sperimentare il percorso con le ciaspole sulla neve 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi